giovedì 28 aprile 2011

Capitolo 7: Attenzione a dove metti i piedi!

Facha: Olivia, è sbagliato, non lo dobbiamo fare, non dobbiamo permettere che accada – No, mi sto lasciando trasportare dalla profonda tristezza, che ha lasciato l’abbandono di Alana! –
Olivia: Sì, hai ragione, non ha alcun senso tutto questo! – Ma che cosa sto facendo?!! Io, la sconosciuta, la nuova arrivata, l’innamorata di suo cugino, ho baciato Facha, quel ragazzo tanto buono, gentile e dolce! Non avrei mai dovuto permettere che le mie debolezze ricadessero su di lui! –
Facha: Ti rendi conto che Alana e Franco ci stanno sfinendo, ci stanno portando via la forza! Ero felice, quando ho scoperto di provare un sentimento così profondo per Alana, ma, quando ho saputo che è una suora, mi è venuto un magone nel cuore, che, ancora, non se ne va, ma resta lì, in attesa che qualcosa lo smuova – Perché non esce dalla mia vita, dal mio cervello, dal mio cuore, da ogni mio singolo pensiero?!! Eppure, questa è una zona, dove ci sono un sacco di belle ragazze, è presente una vasta scelta di donne, ma nessuna mi rapisce il cuore, nessuna mi fa provare una sensazione più intensa delle mie solite! –
Olivia: Capisco come ti senti, cosa percepisci ogni minimo secondo che pensi a lei: anche io, quando vedo Franco, quando gioco, rido, scherzo e confido con lui, mi sento in paradiso, come se fossi protetta e lontano da ogni tristezza, però, quando lui mi dice che mi vuole bene come una sorella, quando vedo che ci prova con altre ragazze, non sai che dolore, non sai quante lacrime cerco di non versare! – E, ora, invece di essere la povera ragazza, colpevole solo di provare amore, è diventata meschina ed approfittatrice: ho baciato Facha, l’amico più stretto di Franco, e, adesso, non so come fare, non so come la prenderà Franco, non so se si arrabbierà, se se la prenderà per questo sbaglio! –
Facha: Olivia, ho l’impressione che non ci resta altro che essere tristi ed annoiati per il resto della vita! Se non c’è amore, non c’è vita, non ci sono stimoli, non ci sono divertimenti ed avventure! – incurva la schiena, prende in mano un foglio e guarda l’elenco dei suoi dolciumi –
Olivia: Spero che non sia così, ma, semmai dovesse essere così, vorrei tanto che questa nostra amicizia ci rallegri le nostre monotone giornate! – si mette a ridere, contagiando, con la sua risata, anche Facha –
In un locale del passaggio dei baci:
Franco: Come mai sei qui? Lo sai che Facha non è ancora in grado di sostenere la tua presenza! – Se, adesso, questa ragazza gli si presenta davanti, lui rimarrà colpito a vita! Io non posso permettere che uno dei miei più cari amici rimanga triste! –
Alana: Sì, lo so; ma non devi preoccuparti più per lui: ho deciso di lasciare per sempre la chiesa e di rimanere con Facha! – E se lui non mi volesse più?! E se quella biondina, con cui l’ho visto prima, sia la sua nuova fidanzata e, quindi, si fosse fidanzato di nuovo?! –
Franco: Sono felice della tua decisione! Vedrai, renderai Facha il ragazzo più felice del passaggio dei baci! – il biondino, con i suoi occhi cielo e vista eccezionale, scorge Facha e olivia, mentre ridono e scherzano, proprio come due persone molto affiatate e destinate a diventare molto più che amici; Alana, che, di certo, ha capito che Franco sta guardando qualcosa di molto importante, si gira di scatto e, quando vede quella scena, rimane per un secondo di sasso, poi, cercando di mantenere la sicurezza, la calma e la serenità, si rivolta verso Franco –
Alana: Spiegami chi è quella!! Prima che io lasciassi Facha, non l’ho mai vista gironzolare da queste parti! – Ecco, io lo sapevo: Facha sta frequentando un’altra ragazza, si sta dimenticando di me, se già non è avvenuto! Perché devo soffrire così?! Prima, lui m’implorava di rimanere con lui, di combattere per il nostro amore, mentre, adesso, se n’è completamente dimenticato! –
Franco: E’ mia cugina, è venuta da poco dalla Germania; e non riesco a capire in che modo, dopo così poco tempo, lei e Facha siano già così affiatati ed amici, troppo amici – mentre dice queste cose, si interessa sempre più alle mosse di Facha verso Olivia e di quest’ultima verso Facha: ha capito che qualocosa è successo e che non andava sottovalutato, se voleva conquistare la sua bella dama –
Alana: Questo ragazzo è molto strano: guarda Facha e sua cugina, come se fosse geloso, con lo stesso sguardo da geloso innamorato! -  Ecco, tua cugina sta tentando di portarmi via il ragazzo! – sta per andare verso Facha ed Olivia, ma Franco, poco convinto della scelta di Alana di andare verso loro, la trattiene e non le permette di interrompere la loro conversazione: voleva osservare attentamente tutta la scena e capire se c’era davvero qualcosa di più –
In casa Fritzenwalden:
Federico: Allora? Vuoi dirmi la verità, una volta per tutte?!! – Ho paura di questo silenzio, di questa lunga attesa per una risposta, che potrebbe cambiare il corso della mia vita, di quella di Flor e di tutta la mia famiglia! E se il conte fosse innamorato di lei?! Io non potrei sopportare di vedere tutti i giorni un uomo, che entra a casa mia, saluta Flor, le gironzola intorno e non fa altro che cercare di sedurla! –
Max: Federico, ma sei pazzo?! Io non sono innamorato di Flor e non voglio innamorarmi per niente al mondo! Però, pur non essendo mai innamorato, voglio darti un consiglio: evita di mettere troppo in evidenza la tua gelosia e cerca di dare più fiducia al tuo amore ed alla tua determinazione! – Be’, nonostante la forza dei miei sentimenti verso Flor, sono stato convincente, deciso e, a modo mio, ho dato anche una buona lezione di vita a Federico! Sono soddisfatto! –
Federico: Ascolta bene, io so che non avresti mai il coraggio di confessarmelo in faccia, se, però, provi qualcosa per Flor, io ti giuro che combatterò per il mio grande amore e non ti renderò le cose facili! Poi, sono molto deciso e, solo perché ti ho fatto questa domanda, non mi sembra di averti mostrato insicurezza – Questo conte è uno sfacciato! Si permette di dirmi che sono insicuro, che non do fiducia all’amore con Flor, mentre lui non ha il coraggio di provare amore! Che razza di falso ipocrita! Meno male che lo dovrò rivedere solo per questioni di lavoro! –  Flor scende le scale e, vedendo Maximo e Federico in modo molto agguerrito, s’insospettisce –
Flor: Scusate, è successo qualcosa che io non so? – Mamma, hai visto questi due principi?! Il primo, Maximo, è carino, gentile, ha degli occhi stupendi, un comportamento da principe, si diverte tanto, ama la bella vita; mentre il biondo con occhi scuri è forte, non si scompone davanti a niente, mantiene sempre il suo ruolo di capofamiglia, però, nonostante la sua educazione al regolamento prussiano, è una caldaia! –
Max: No, assolutamente niente, Florcita! – Vediamo se Fritzenwalden sa mantenere la sua parola! –
Flor: Meno male, sono contenta! – Ma pensa che io sia scema?! Si vede lontano un miglio che è successo qualcosa, come una sfida: nei loro occhi, si può ancora notare un principio di battaglia! – scendono giù le piccole pesti, mentre Delfina, quasi dall’altra parte della casa, esce dalla sua reggia, cammina a passo felpato e svelto verso il salotto e, vedendo il conte in tutto il suo splendore, si presenta –
Delfina: Signor conte, che piacere conoscerla! – Non posso credere che, in casa, sia venuto il conte Maximo! Mi farebbe molto piacere essere la sua fidanzata ufficiale, beneficiare di tutte le sue proprietà, di tutti i suoi beni! Meglio di quella Fritzenwalden! –  saluta il conte come se dovesse già partire con la sua seduzione ed il suo piano malefico per impossessarsi di tutte le sue proprietà; Flor e Fede, conoscendo già le intenzioni di Delfina, la guardano con sguardo sconcertato, ma anche rassegnato: si era capito che Delfina non avrebbe mai cambiato il suo stato di strega malefica –
Max: Signorina Delfina, che piacere conoscerla! – Wow, ho conosciuto la donna più bella, che abbia mai visto! E’ altissima, bellissima, elegantissima, perfetta e molto cortese! Pur avendo tutte le caratteristiche per conquistare ogni uomo, non può competere con la goffa e buffa Flor! –
Delfina: Prego, può già venire ad accomodarsi a tavola: la cena sta per essere servita – tutti quanti, compresi i piccoli nanetti, raggiungono la tavola, prendono posto ed iniziano a cenare –
Al passaggio dei baci:
Alana: E’ da un sacco di tempo che siamo qua! Mi spieghi perché t’interessa tanto?!! Lei è tua cugina, non potrebbe mai mettersi con te! – Oh, no! Ho parlato più del dovuto! Poverino, non avrei mai dovuto dirgli in faccia che è totalmente innamorato! –
Franco: Ma cosa dici?!! Io non sono innamorato di Olivia, voglio solo vedere se h  una relazione con Facha! – Non posso credere che si capisca in questo modo! No, devo dissimulare tutti i miei sentimenti per Olivia, anche se è davvero impossibile: mi attrae così tanto e non so come fare per fermare questo suo inarrestabile potere! –
Alana: Scusa, non avrei dovuto. . . – Franco la interrompe –
Franco: No, non devi chiedermi scusa di niente, hai fatto bene a dirmi in faccia la verità: è vero, sono pazzamente innamorato di Olivia, non riesco a togliermela dalla testa – non osserva più Facha e Olivia –
Alana: Non devi vergognartene per niente: io ero una suora, mi sarei dovuta completamente dedicare a Dio, mentre non ho fatto altro che tradirlo migliaia di volte, fino a quando non ho scelto di mettere una pietra sopra alla storia della fede e vivere la mia vita con Facha – E mi sto pentendo amaramente della mia rinuncia! –
Franco: Che facciamo qui?!! Dovremmo essere fuori, a goderci la vita, a parlare come buoni amici! Che ne dici se andiamo a magiare qualcosa? Ho una fame da lupi!
Alana: Sì, ci sto! – i due amici escono dal locale –
A casa Fritzenwalden:
Flor: Bambini, venite, così vi metto a letto, vi canto una bella canzone, vi racconto una bella storia e vi addormenterete sognando tanti begli angioletti! – i bambini, saltando e giocando, raggiungono Flor in camera, mentre Federico, Max e Delfina rimangono soli, senza più la calma e l’amore di Floricienta –
Federico: Che situazione imbarazzante! Qui dentro, in casa mia, sono in balia dei miei nemici più acerrimi e non so come difendermi, come fare in modo di non farmi sbranare in questa gabbia di animali disperati, feroci e molto aggressivi! –
Delfina: Che faccia, che ha Federico! Si vede che non gli va proprio giù il fatto che c’è un conte in casa sua ed io, che sono la persona che odia più al mondo! Be’, perché non rendere la situazione ancora più difficile ed insostenibile?! – la sua geniale e perfida mente la porta a sedersi vicino a Maximo ed a iniziare un dialogo con lui – Conte, come mai qui in Argentina?
Maximo: Sono qui per i miei affari e, magari, per incontrare una bella dama, con cui passare il mio tempo – Però la mia dama è Floricienta –
Delfina: E, forse, la persona giusta è proprio molto vicino a te, non te ne sei ancora accorto, ma, prima o poi, ti renderai conto di quanto l’ami e quanto ci tieni a lei – e, ora, ci si mette anche Federico a rincarare la dose –
Federico: E tu sai molto bene cosa vuol dire conoscere l’amore, saper riconoscerlo e distruggerlo, vero? – Che persona falsa, piena di odio e non ha nemmeno la decenza di non fare queste scenate in casa mia! –
Delfina: Federico, solo perché la nostra storia non ha funzionato ed, ora, siamo in guerra, non ti devi permettere di trattarmi così davanti ad un ospite! – Lo sapevo che avrebbe fatto una cosa del genere! –
Federico: Delfi, io ho detto solo la verità! Lo sai di essere una vipera: mi hai fatto credere di essere incinta, di essere in fin di vita, non hai rivelato la paternità di Flor, mi hai allontanato da lei e ti sei sposata con me solo per avere la mia eredità, dei soldi per non lavorare, per non far nulla tutta la vita!
Max: Che cosa?! Com’è possibile che questa donna sia così dissimulatrice, tanto falsa, così fredda e priva di scrupoli da non mettere in evidenza la sua malvagità, la sua grave tendenza a mentire e ad avvicinarsi alle persone solo per avere denaro, potere e tante, troppe comodità!? Non mi sono mai accorto, come adesso, che la bellezza non ha nessun’importanza, non serve a niente, se, poi, ti ritrovi vicino una persona fredda, calcolatrice, distante e priva d’amore! -  Max, sconvolto, prese distanza da Delfina, si allontanò da quel corpo perfetto, quella bellezza incantatrice, sorprendente e rarissima –
Delfina: Max, non crederai a Federico?!! Lui è un bugiardo, vuole solo mettermi in cattiva luce e prendersi gioco di me! – Che razza di stupido! Io lo ammazzo Federico! Giuro che, questa volta, la mia perfidia ricadrà sui suoi bambini –
Max: Non ti avvicinare, stai lontano, non provare a farmi cambiare idea! Io conosco Federico e so che non mi mentirebbe mai su una cosa del genere! – esce da casa Fritzenwalden –
Non lontano dal passaggio dei baci:
Maia: Amore, da quanto tempo aspettavo di  spendere un po’ di tempo con te! – gli dà un bacio –
Matias: Ti giuro che è la prima di tante sere come queste! – le dà un bacio molto appassionato –
Quell’uomo, quell’individuo dal cappotto stile investigatore privato, si aggirava nei paraggi, cercava di non farsi notare da nessuno: era seduto su una panchina, faceva finta di leggere un giornale e, nel frattempo, tirava occhiate a Maia e Matias, i quali erano teneramente abbracciati; il conte, sconcertato e un po’ irrequieto, passeggiava, a passo molto svelto, svoltò per tante strade, fino a quando non intraprese la strada, dove c’era il misterioso personaggio, e, a causa della sua sbadataggine, inciampa tra le caviglie di quest’ultimo:
Max: Segundo!!


Nuovo capitolo! Il Freezer è davvero agguerrito! Farà di tutto pur di non perdere la sua Flor! E Alana e Franco?!! Sono amici, complici e spiano Olivia e Facha! Federico ha smascherato Delfina, che ha messo paura all’inesperto conte! E cosa c’entra Segundo con Maia e Matias?! Lo scoprirete nei prossimi capitoli!

Nessun commento:

Posta un commento